Festival internazionale (?) del film di Roma

La terza edizione del festival internazionale del film di Roma, 22 – 31 ottobre, sarà inaugurata da Al Pacino che presenterà il suo film “Chinese Coffee”, Al Pacino ritirerà il premio Marco Aurelio assegnato alla scuola Actors Studio.
La sezione competitiva sarà inaugurata giovedì da “l’uomo che ama” di Maria Sole Tognazzi.
Questo inizio con una star del calibro di Al Pacino è il più eloquente “tenore” della nuova gestione.
La nuova edizione volta alla promozione dei film “nostrani”, è il risultato di una politica che tende a ridimensionare l’evento internazionale. La volontà della nuova amministrazione è di non cancellare iniziative culturali ereditate, ma dare un indirizzo tale che la sopravvivenza sarà locale.
Svuotare eventi culturali è un depauperamento irreversibile, non comprendere che la vetrina delle star di Hollywood accendeva i riflettori internazionali anche sui prodotti nazionali che partecipavano, è meramente triste.
Una rinomina del festival è dovuta: «festival del film del “villaggio”».

Carmelo Sorbera

Carmelo Sorbera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *