A ‘Casa Serena’ di Pordenone si balla sulle note di ‘faccetta nera’

A ‘Casa Serena’ di Pordenone, una residenza che ospita una sessantina di anziani, è uso cantare ‘Faccetta nera’ da 10 anni. Lo fa sapere Giovanni Zanolin, assessore alle politiche sociali del comune friulano, dopo che il quotidiano ‘Il Messaggero Veneto’ ha pubblicato la notizia, su protesta di alcuni ospiti, che, evidentemente, non hanno gradito le canzoni fasciste proposte dagli animatori, sia da alcuni passanti che hanno avuto modo di ascoltare il canto degli anziani.

“Nella nostra casa di riposo – ha aggiunto l’assessore – sono gli anziani a scegliere cosa cantare. Gli animatori li accompagnano. Da almeno 10 anni sono protagoniste della vita della Casa le generazioni che hanno vissuto la loro gioventù durante il fascismo. Sono persone che oggi hanno fra gli ottanta ed i novant’ anni. Non sono nostalgici del fascismo – ha precisato Zanolin – ma della loro gioventù. I canti di quel periodo sorgono in loro spontanei e restituiscono bei ricordi. ‘Faccetta Nera’ in particolare si canta in Casa Serena da almeno 10 anni e nessuno se ne è mai lamentato”.

Quinews

Quinews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *