Eluana, l’emorragia si è fermata

“Un’emorragia molto abbondante, sulle cui cause ancora non ci sono certezze, che nel corso del pomeriggio si è arrestata”. Il professor Carlo Alberto Defanti, medico curante di Eluana Englaro, ha riassunto così le condizioni della giovane donna in stato vegetativo dal 1992. Uscendo dalla clinica Beato Talamoni di Lecco dove Eluana è ricoverata, il neurologo ha confermato che Eluana ha sofferto “un’emorragia uterina molto abbondante, non sappiamo per quali cause”. “Nel pomeriggio – ha aggiunto Defanti – l’emorragia si è arrestata. Se non ricominciasse Eluana potrebbe riprendersi”. Il medico, d’accordo con la famiglia e con la clinica, ha deciso di non procedere ad alcun tipo di trasfusione.

Quinews

Quinews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *