Prezzi della benzina alti. Devono scendere di 7-8 centesimi

“Le quotazioni internazionali del petrolio risultano in picchiata, e sono scese oggi sotto quota 82 dollari al barile. Valori così bassi del greggio non si registravano dal settembre del 2007. Tuttavia alla pompa, come oramai ci hanno abituato le compagnie petrolifere, non si stanno verificando adeguate riduzioni dei prezzi di benzina e gasolio. Il prezzo medio della benzina su tutto il territorio nazionale è ancora oggi al di sopra di 1,4 euro al litro, tranne qualche rara eccezione (ieri Agip e Erg hanno annunciato lievi riduzioni dei listini)”. Lo denuncia il Codacons, in un comunicato.

“In realtà – prosegue l’associazione – presso i distributori i carburanti dovrebbero costare oggi 7/8 centesimi di euro al litro in meno, se si considera che a parità di quotazioni del petrolio, il 20 settembre 2007 un litro di verde costava 1,329 euro/litro! Questo – conclude il Codacons – significa che oggi un automobilista paga ingiustamente per un pieno tra i 3,5 e i 4 euro in più, ossia tra gli 84 e i 96 euro in più su base annua”.

Quinews

Quinews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *