Dove filtra la luce

Louise Connor, sedicenne australiana di un’intelligenza precoce, sta viaggiando su un aereo che la porterà a Chicago, negli Stati Uniti. Un passato che è difficile da lasciarsi alle spalle l’ha resa infelice, anche adesso che il suo spirito dovrebbe essere pervaso dalla speranza di cambiare vita. Il programma di scambi culturali per giovani svantaggiati le ha infatti fornito l’occasione che ha sempre sognato, un anno in America ospite presso una famiglia americana, gli Harding. Dalla periferia degradata di Sidney Louise si ritrova così catapultata nei dorati sobborghi residenziali di Chicago, ma ciò che prima era un miraggio inizia a mostrare presto alcune crepe. Gli Harding appaiono affettuosi ed educati, tuttavia la realtà in cui vivono sembra a Louise sempre più artificiale, una messa in scena alla quale le è richiesto di prendere parte. Il suo carattere deciso e insofferente alle regole la porterà a ribellarsi a un “sogno americano” ormai fattosi nevrosi.
Versione al femminile del Giovane Holden, Dove filtra la luce è una storia adolescenziale che colpisce il lettore per l’acutezza e lo humour con cui è raccontata, per un personaggio indimenticabile che oscilla costantemente tra forza e vulnerabilità.

Dove filtra la luce
Mary Hyland
Editore: Bompiani Collana: Letteraria straniera
2008, 406 pp., 18.50 euro

Quinews

Quinews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *