Inchiesta sul cristianesimo

Dopo “Inchiesta su Gesù”, Corrado Augias si sofferma, spinto da curiosità e passione, sulla storia del cristianesimo delle origini, con lo studioso Remo Cacitti. “Inchiesta sul cristianesimo”, edito da Mondadori, è un viaggio lungo i tanti perché della religione che da Gesù detto il Cristo ha preso il nome.Che cosa è accaduto dopo la morte di Gesù detto il Cristo? Fino a che punto gli storici, esaminando fatti e testi e prescindendo da ogni considerazione di fede, possono ricostruire gli avvenimenti che hanno trasformato quel profeta umiliato, ucciso su un patibolo romano, nel fondatore di una delle più grandi religioni?

“Gesù – scrive Augias – non ha mai detto di voler fondare una Chiesa che portasse il suo nome, né di dover morire per sanare con il suo sangue il peccato di Adamo ed Eva, ristabilendo l’alleanza tra Dio e gli uomini. Non ha mai detto di essere nato da una vergine che lo aveva concepito per intervento di un dio, né di essere unica e indistinta sostanza con suo padre, Dio in persona, e con una vaga entità immateriale denominata Spirito. Infine, non ha istituito alcuna gerarchia ecclesiastica né mai ha confuso la spiritualità, la ricerca di Dio, con l’esercizio del potere temporale e politico”.

“Se le cose, dal punto di vista storico, stanno così – domanda Augias – da dove viene allora tutto il complesso apparato di norme, cariche, vestimenti, liturgie, formule, che caratterizza la Chiesa che a lui si richiama?”

Domanda per nulla peregrina e provocatoria. Spiace che il settimanale dei paolini “Famiglia Cristiana” abbia bocciato il libro, definendolo pieno di “rancore e pregiudizio” verso la Chiesa, soprattutto in relazione all’approfondimento che Augias fa del periodo che va dalla metà del I secolo al 400. Un giudizio immeritato, dal momento che la ricerca della verità storica è un impegno tanto gravoso quanto difficile che merita rispetto, a prescindere dalle posizioni, queste sì pregiudiziali, che si possono avere su di un dato argomento.

Dal colloquio tra Corrado Augias e Remo Cacitti, professore associato di Letteratura cristiana presso l’Università Statale di Milano, ciò che viene fuori, invece, è il racconto impietoso e affascinante di una storia ricca di drammi, errori e sofferenze, sulla quale occorre indagare a fondo, e di continuo, per capire al meglio anche il presente della Chiesa dell’oggi. Un’avventura in cui spiccano e primeggiano figure ambigue e complesse di straordinaria importanza come l’imperatore Costantino, il primo a trasformare il cristianesimo in uno strumento di potere – opera che sarà poi completata, al termine del IV secolo, da un altro imperatore, Teodosio. Leggendolo lo si apprezza per quello che è: un attenta, e anche ben documentata, fino a prova contraria, ricerca sulla genesi e lo sviluppo della Chiesa.

Inchiesta su Gesù. Come si costruisce una religione
Corrado Augias, Remo Cacitti
Editore Mondadori
2008, 288 pp., 18.50 euro

Quinews

Quinews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *