LA BOUVETTE DELL'INFORMAZIONE
Domenica 30 Aprile 2017

Io Sto Con Aylan

di quinews

Alla 73a Mostra del Cinema di Venezia: le immagini del lancio dell’appello #IoStoConAylan di Save the Children in partnership con Fabrique du Cinéma.  VIDEO
Testimonial d’eccezione dell’iniziativa l’attrice Cristiana Dell’Anna, protagonista della serie TV Gomorra
L’appello #IoStoConAylan lanciato ieri alla 73a Mostra del Cinema di Venezia da Save the Children in partnership con Farbrique du Cinéma ha subito coinvolto alcuni dei protagonisti del mondo del cinema e dello spettacolo presenti al Lido. Nel giorno dell’anniversario della morte del piccolo profugo siriano Alan (Aylan) Kurdi, che fu trovato senza vita su una spiaggia turca dopo aver tentato con la sua famiglia di raggiungere la Grecia scuotendo l’opinione pubblica mondiale, attori, registi e operatori del settore si sono schierati al fianco dell’Organizzazione per dire basta alla morte di tanti bambini migranti che continuano a perdere la vita cercando di attraversare il Mediterraneo per fuggire da guerre, violenze o povertà.
Tutti partecipanti alla tavola rotonda dedicata al settore del cortometraggio, che si è svolta nel pomeriggio presso l’Hotel Excelsior nello spazio della Regione Veneto, e al party serale di presentazione del numero autunnale di Fabrique du Cinéma al Davidia, hanno indossato il braccialetto rosso #IoStoConAylan di Save the Children e sono stati invitati a rilanciare l’appello ai propri contatti sui social media.
Ospite d’eccezione del party serale l’attrice Cristiana Dell’Anna, protagonista della serie TV Gomorra e della cover story di Fabrique du Cinéma, che ha prestato con forza e commozione la sua voce alla testimonianza di una mamma siriana bloccata con i suoi bambini sull’Isola di Lesbo con la speranza dell’unico futuro possibile in Europa e il terrore di essere rimandata in Turchia.
Tra i partecipanti della serata, tra gli altri, anche gli attori Elio Germano, Brando Pacitto, Marius Bizau, Antonia Liskova, Milly Cultrera, Matilda Lutz, Paolo Bernardini, Francesco Foti, Daniele Favilli, Alessandro Parrello, i registi Gabriele Mainetti, Paolo Mannarino e Guglielmo Poggi, e Pierpaolo La Rosa di Radio Montecarlo.

Arriva “Quo vado?” Checco Zalone

di quinews

“La prima repubblica/Non si scorda mai/La prima repubblica/Tu cosa ne sai/Dei quarantenni pensionati/Che danzavano sui prati/Dopo dieci anni volati all’aereonautica/E gli uscieri paraplegici saltavano/E i bidelli sordomuti cantavano/”. Segue…

Minnie Minoprio: “In tv l’osé di ieri oggi è routine”

di redazione

“Nel 1971 una mia interpretazione fu criticata e discussa anche in Parlamento, perché giudicata “troppo poco educativa”. Se ci ripenso e guardo a ciò che accade oggi mi viene da sorridere…”.

“Amo l’arte, lo sport e gli animali. Odio il telefono, le scritte murali, le bugie e l’invadenza”. Inizia così la conversazione con Minnie Minoprio, attrice, showgirl e cantante di origine inglese, icona della televisione, italiana e non solo, degli anni ‘70, che andava in onda in rigoroso bianco e nero. Sposata, madre di Giuliano e nonna di due nipotini, Segue…

Roberto Saviano “questo video consiglio di vederlo”

di quinews

Roberto Saviano scrive di questo “documentario”: “Andrea e Marco Nasuto sono due fratelli di Manfredonia di 22 e 24 anni, da poco laureati. Mi mandano un documentario girato da loro “Made of Limestone” (Fatti di pietra calcarea). Segue…

“In Italia viviamo di rendita…”

di Italo Arcuri

A VENANTINO VENANTINI IL PREMIO ALLA CARRIERA DEL “RIANO FESTIVAL 2014″ - Venantino Venantini, all’anagrafe Enrico Venantino Venantini, oggi ha 84 anni. E’ stato uno degli attori più interessanti degli anni ‘60. Fisico atletico, asciutto e prestante, ha lavorato con grandi registi italiani e non solo e ha girato tanti di quei film che si fa fatica persino ad elencarli. E’ un personaggio senza peli sulla lingua. Non le manda a dire, le dice. In questa intervista spiega anche il perché è arrabbiato con l’Italia culturale dei nostri giorni, tanto da preferire la Francia.

Segue…

Qui Libri

Qui Media