DDL Gelmini nel “limbo”

Slitta a metà novembre la riforma dell’Università voluta dal Ministro Gelmini per mancanza di copertura finanziaria, sottolineata ieri dal parere della Ragioneria generale dello Stato e confermata oggi dalla commissione Bilancio della Camera, sarebbero stati approvati dalla Camera numerosi emendamenti con effetti finanziari negativi tali da pregiudicare la stabilità dei conti di finanza pubblica.
La “sospensione” del disegno di legge è valutata positivamente dai manifestanti del presidio organizzato davanti Montecitorio, ma “non basta”, per questo la protesta dell’università andrà avanti chiedendo il ritiro immediato del ddl e le dimissioni della Gelmini.

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *