Legalità “dialogo” Fini e Bondi


Fini: «Non esiste una democrazia al mondo in cui un dirigente di partito e sottosegretario abbia una richiesta di arresto con accuse gravissime». «Ma così vincono i comunisti…», la difesa di Bondi tra le risate del pubblico. «Che c’entrano i comunisti?» incalza Fini e continua: « io non voglio che ci sia nemmeno il sospetto che qualcuno si faccia nominare ministro per sfuggire al tribunale.».

Quinews

Quinews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *