Brucia la Grecia

Tre vittime nell’incendio provocato ad una banca da dei manifestanti durante la giornata di protesta contro le misure di austerity adottate dal governo greco per salvare l’economia della Grecia.
Chiusi aeroporti, con la manifestazione di circa 50mila persone per lo sciopero del settore pubblico e privato contro i tagli programmati agli stipendi e pensioni e contro l’aumento delle tasse.
Ai sassi e bottiglie lanciate da centinaia di manifestanti, la polizia ha risposto con i lacrimogeni. La situazione d’instabilità della Grecia preoccupa l’area dell’euro per un possibile “contagio” ed i mercati azionari manifestano l’ansia e la preoccupazione su un possibile altro “caso” di crisi da debito.

Anna Palmisano

Anna Palmisano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *