Berlusconi, nel giorno di Chernobyl “nucleare sicuro”

All’indomani dall’aver ribattezzato la “Festa della Liberazione” in “Festa della Libertà” a reti unificate, il Capo del Governo annuncia la nuova impresa: convincere gli italiani che il nucleare è sicuro e quindi lasciare che vengano costruite le centrali nei loro giardini come auspica il ministro allo Sviluppo economico Claudio Scajola; l’annuncio arriva durante la conferenza stampa con il premier russo Vladimir Putin.
Nel giorno dell’anniversario dell’incidente di Chernobyl che è stato il più grave incidente nucleare della storia, l’unico al livello 7, il massimo della scala INES dello IAEA, il Capo del Governo dice: “Credo che sia molto chiaro a tutti che la fonte nucleare di energia è una fonte a cui nessun Paese possa rinunciare. Noi eravamo all’avanguardia” ed ancora: “Dobbiamo fare una vasta opera di convincimento guardando alla situazione francese. Lì le comunità locali scendono in campo e fanno la guerra per avere una centrale in casa loro. In Francia le centrali hanno raggiunto l’assoluta sicurezza e nessun incidente è mai capitato. Inoltre le centrali portano tanto lavoro”.
Quindi è definito il palinsesto delle tv di Stato e non, del prossimo anno: niente storie di mafia o camorra, ma neanche l’ansia di incidenti nucleari, sia che fossero ambientati in centrali o in sottomarini; gli autori che rispondono a tali requisiti si facciano avanti per un “atomo azzurro” altrimenti si può attingere ai “telefoni bianchi”.

http://www.quinews.it/2010/04/26/chernobyl-24-anni-dallincidente/

http://www.quinews.it/2010/02/06/nucleare-quanto-mi-costi/

http://www.quinews.it/2009/04/19/nucleare-sellafield-il-luogo-piu-pericoloso-deuropa/

Carmelo Sorbera

Carmelo Sorbera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *