Uva “la telefonata dei carabinieri”

La registrazione della telefonata tra i carabinieri che scherzano, si preoccupano dei quotidiani che non si trovano, poi commentano i fatti di quella notte, a Varese, tra il 13 e il 14 giugno 2008, quando Giuseppe Uva viene trattenuto per due ore in caserma e poi muore all’ospedale di Circolo, fotografato dalla sorella pieno di lividi e macchie rossastre. Una telefonata che sembra smentire la ricostruzione dei carabinieri che hanno sempre parlato di “atti di autolesionismo” per giustificare le ferite di Uva. I loro colleghi, nella telefonata per la prima volta pubblica, descrivono Uva come un ragazzo “debole”, che “fisicamente si può tenere”. E’ quanto riporta “la repubblica.it” sul suo sito, ma lo sconcertante documento arriva da Youtube dove è possibile ascoltare la telefonata.

Vittoria Pirro

Vittoria Pirro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *