Preval ringrazia per l’aiuto ad Haiti

Il presidente haitiano, Renè Preval, ha ringraziato la comunità internazionale, “in primo luogo i paesi vicini”, per l’aiuto offerto ad Haiti dopo la tragedia del terremoto del 12 gennaio. Preval parlando nella sessione di apertura della riunione internazionale convocata dall’ONU di donatori per la ricostruzione di Haiti, ha proposto la creazione di una forza di emergenza per affrontare disastri naturali lanciando un appello al fine d’imparare la lezione . Tra le calamità ha menzionato i sismi, gli tsunami e le sfide del cambiamento climatico, mettendo in risalto la necessità di coordinamento negli interventi.

“Bisogna muoversi verso un futuro di solidarietà”, ha detto il presidente di un paese che ha perso oltre 220 mila abitanti ed ha sofferto perdite stimate in circa otto miliardi di dollari.

Preval ha auspicato la creazione di “un nuovo pianeta, un nuovo progetto umanitario basato sulla felicità delle persone”, una società senza esclusioni, dove tutti abbiano accesso all’abitazione, alla sanità, all’istruzione di qualità, alla creazione artistica ed alla cultura.

La Conferenza Internazionale di Donatori per il Nuovo Futuro di Haiti è stata convocata dall’ONU alla ricerca di risorse per la ricostruzione del Paese distrutto, stimate in 11,5 miliardi di dollari in 10 anni ed in 3,8 miliardi per i prossimi 18 mesi.

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *