Cucchi, indagine asl definisce la morte: “inaspettata”


I medici Aldo Fierro, Stefania Corbi e Rosita Caponetti, indagati per omicidio colposo nell’inchiesta sulla morte di Stefano Cucchi che erano stati trasferiti a seguito del provvedimento della Procura di Roma sono stati ricollocati al loro posto di lavoro presso il reparto sanitario degli istituti penitenziari di Rebibbia, all’ospedale Sandro Pertini.

Il ricollocamento è avvenuto a seguito dell’esito dell’indagine interna della direzione dell’ospedale che ha definito la morte di Stefano Cucchi “improvvisa ed inattesa in rapporto alle condizioni generali del paziente”. Di certo improvviso ed inatteso è un evento come un pestaggio di una persona.

Quinews

Quinews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *