Israele pronto a riprendere i colloqui di pace con la Siria

Nell’incontro con il presidente Nicolas Sarkozy, il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu si è detto “pronto a incontrare il presidente siriano, Bashar al-Assad, sempre e ovunque per riprendere i negoziati di pace, senza le precondizioni ” è quanto viene riferito alla stampa da un alto funzionario israeliano che ha accompagnato Netanyahu a Parigi.
Queste informazioni sono state confermate all’agenzia AFP da fonti francesi.
Il capo del governo israeliano, di ritorno da una visita a Washington, dove ha incontrato con il presidente Barack Obama, si era fermato a Parigi per incontrare il presidente francese.
Durante una discussione di un’ora e quaranta negli appartamenti privati del presidente, Sarkozy e Netanyahu hanno discusso di grandi questioni internazionali, tra cui il modo di rilanciare il processo di pace in Medio Oriente. .
Israele e Siria sono ufficialmente in guerra dal 1948 e dopo un congelamento di otto anni, i due paesi hanno ripreso, nel maggio 2008, i negoziati indiretti sotto gli auspici della Turchia, per raggiungere un accordo di pace.
Negoziati che sono stati interrotti durante l’operazione israeliana “Piombo fuso” nel dicembre 2008-gennaio 2009, nella Striscia di Gaza controllata da Hamas.
Tuttavia, da diverse settimane Israele e Siria mostrano segnali di apertura ad una ripresa dei negoziati.
In cambio della pace, la Siria richiede il completo ritorno delle alture del Golan occupate dall’esercito israeliano nel giugno del 1967 ed annesse da Israele nel 1981.

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *