Mons. Sigalini: “Per valutare statura politica evitare fanghi e miserie umane”

“Io, come prete, vorrei giudicare una persona per la sua vita cristiana, per i rapporti che ha con me, con la sua vita di fede. Se, invece, sto valutando la statura di un politico evito di scavare negli eventuali fanghi, le miserie umane, semmai guardo il suo operato di governo, il bene che ha fatto per la collettività.

Questo è sempre stato il modello italiano al quale sono abituato. Il modello americano ha ribaltato l’impostazione di giudizio. Se questa è la regola, allora, mi chiedo chi si può davvero salvare? Sono tutti così inattaccabili coloro che gridano allo scandalo?”. E’ quanto afferma in un’intervista al ‘Messaggero’ monsignor Domenico Sigalini, vescovo di Palestrina e assistente ecclesiastico dell’Azione Cattolica, analizzando quanto sta accadendo a proposito delle feste a Palazzo Grazioli.

Quinews

Quinews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *