Palermo è ancora emergenza rifiuti

Svuotati i cassonetti per la settimana elettorale, tornano a riempirsi ed a non essere svuotati soprattutto in periferia e la discarica di Bellolampo è giunta alla saturazione dove oramai in regime di emergenza si lavora in deroga a tutto, ma la capienza ha un limite fisico che non può essere elusa da nessuna deroga.
I responsabili della raccolta assicurano che i prossimi interventi garantiranno tre anni di vita alla discarica e nel frattempo dovrebbe sbloccarsi la gara d’appalto per il termovalorizzatore.
Il Sindaco Cammarata, forte degli impegni presi dal Premier Berlusconi, assicura che l’Amia verrà ricapitalizzata e dotata di risorse per gli investimenti degli automezzi e di liquidità per gli stipendi degli operatori e, soprattutto, per pagare i creditori.
In attesa di tutto questo la città non è ancora ripulita e non bastano i turni di raccolta.
Per oltre 20 Comuni della provincia si prevedono imminenti disagi in quanto gli operatori del consorzio Coinres che si occupa della raccolta dei rifiuti, hanno interrotto il servizio dopo 2 mesi di ritardo sul pagamento degli stipendi.

Quinews

Quinews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *