Arrestato “Ntoni Gambazza” dai carabinieri del Ros

All’Ospedale di Polistena è stato arrestato Antonio Pelle 77 anni detto Gambazza considerato il capo storico dell’omonima cosca di San Luca, latitante dal 2000 è stato bloccato nel reparto di chirurgia dove era ricoverato, il suo nome era inserito nell’elenco dei 30 ricercati più pericolosi d’Italia.


Ricercato da quasi dieci anni in Italia e dal settembre del 2007 a livello internazionale viene “trovato” in un letto d’ospedale.

 Descritto come un “padrino” d’altri tempi dai Ros che lo arrestano a Polistena nella piana di Gioia Tauro, non molto lontano da San Luca, il paese della faida eterna tra la sua famiglia e la famiglia Nirta-Strangio, ultimo capitolo la strage in Germania a Duisburg.
Antonio Pelle è stato costretto da un’ernia strozzata ad abbandonare il nascondiglio che inutilmente era stato cercato in precedenza, così intorno alle ore 16 quando il “latitante” è uscito dalla sala operatoria ad attenderlo assieme a tutti i familiari, gli uomini del tenente colonnello Valerio Giardina, il vecchio “padrino”, lucido, si è complimentato con chi gli notificava l’arresto.
Antonio Pelle nonostante l’età, è ritenuto dagli inquirenti uno degli uomini più potenti ed influenti all’interno della ndrangheta calabrese.

Quinews

Quinews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *