Elezioni in Abruzzo: scarsa affluenza

Nelle grandi tendopoli il numero degli elettori è risultato inferiore alle aspettative un chiaro segno del malessere diffuso tra la gente ancora duramente provata dal sisma del 6 aprile. Negli altri casi si può motivare la scarsa affluenza con il disagio degli sfollati della costa ad affrontare un viaggio di oltre 100 km o la protesta per l’esclusione dall’area del cratere, ma anche lo scarso interesse che esercitano le elezioni europee se non accompagnate dal voto amministrativo.
La zona dei 49 comuni abruzzesi direttamente interessati dal terremoto ha registrato una scarsa affluenza e non è andata meglio in altre aree vicine come la valle peligna dove in segno di protesta in alcuni centri esclusi dai finanziamenti per la ricostruzione tanti cittadini hanno restituito la tessera elettorale.
Il record negativo lo hanno fatto registrare due comuni aquilani: Cagliano aterno con 314 abitanti e Capitignano con 662 abitanti, hanno avuto un’affluenza alle urne del 3% degli elettori.

Quinews

Quinews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *