Giappone, si dimette il capo dell’opposizione

Ichiro Ozawa, capo dell’opposizione ha annunciato le sue dimissioni dalla presidenza del Partito Democratico del Giappone (DPJ, per garantire “l’unità” del partito che sembra vacillare a seguito dello scandalo del recente atto d’accusa contro il suo stretto collaboratore per i finanziamenti.
Ozawa in conferenza stampa ha detto “Ho deciso di rassegnare le dimissioni da presidente del DPJ.al fine di rafforzare l’unità per vincere le prossime elezioni e il cambio di governo”.
Il sacrificio di Ozawa, si è reso necessario dopo che ha visto la sua popolarità scendere drammaticamente, quando il 24 marzo il suo segretario, Takanori Okubo è stato incriminato per 35 milioni di yen ricevuti in violazione della legge sul finanziamento.
Le elezioni, in programma entro e non oltre settembre, davano una possibile fine della dominazione del Partito Liberal Democratico (PLD) sulla politica giapponese dal 1955 praticamente senza interruzione.

Quinews

Quinews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *