USA, troppe intercettazioni?

Il Dipartimento di Giustizia statunitense (DOJ) ha rilevato, nel corso della valutazione di routine delle attività di sorveglianza del territorio, degli elementi che fanno ritenere che la NSA, National Security Agency, nella sua attività, sia andata al di là dei propri poteri.
Identificati questi problemi, il Dipartimento ha preso le misure necessarie per correggere la situazione e salvare il programma di monitoraggio, in conformità con la normativa, secondo il New York Times i funzionari hanno determinato che l’agenzia aveva raccolto impropriamente un volume significativo di comunicazioni degli americani, sotto l’amministrazione Bush e continuato con Obama.
Il Presidente della Camera, Nancy Pelosi ha detto in una dichiarazione che si aspetta di ricevere le relazioni degli ispettori generali delle principali agenzie, sulle attività di sorveglianza non autorizzata, ivi comprese quelle svolte nell’ambito di programma di controllo al terrorismo.
Non è chiaro, secondo il New York Times, se la NSA ascolti troppe conversazioni telefoniche e legga troppi scambi di e-mail senza le autorizzazioni appropriate, o semplicemente possa avere accesso .
La NSA ha risposto dicendo in una dichiarazione che le sue operazioni di sorveglianza, comprese le procedure per la raccolta e l’analisi di queste informazioni, sono in stretta conformità con le disposizioni legislative ed i regolamentari degli Stati Uniti.

Vittoria Pirro

Vittoria Pirro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *