Turchia al voto, appello di Ocalan

L’aumento della disoccupazione, il rallentamento dell’economia, la corruzione, le accuse contro il partito del primo ministro turco Recep Tayyip Erdogan; non intaccano la fiducia degli elettori per il partito AKP che i sondaggi d’opinione indicano in crescita. Il voto di domenica potrebbe essere il successo di Erdogan ed il fallimento dei partiti d’opposizione, e la verifica del tentativo dell’AKP di conquistare voti dei cittadini curdi nel sud-est del paese attraverso una politica più accomodante dei diritti curdi.
L’appello di Abdullah Ocalan, il leader del popolo curdo, divulgato durante l’ultima visita degli avvocati ad Imrali, che ritiene i risultati delle elezioni amministrative determinanti.
Ocalan ha chiesto che tutti lavorino durante la fase elettorale nell’ambito dello Stato nello spirito della democrazia. Ha anche sottolineato il fatto che l’AKP non è stato onesto sulla questione curda. Secondo lui, non si può risolvere questa questione di natura sociale accontentandosi di distribuire soldi o beni di consumo. Ocalan ha continuato « i loro candidati nella regione sono come il vento! Non capiscono niente della questione curda! ». Ocalan ha fatto appello alla popolazione affinché chiedano ai candidati di reclamare e spiegare che cosa pensano di fare per costruire un clima di pace e democrazia.

Quinews

Quinews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *