Tv, boom di ascolti per Saviano

Grande interesse ieri su Rai3 per lo speciale di ‘Che tempo che fa’, ospite lo scrittore Roberto Saviano. La puntata è stata vista da 4 milioni 561mila telespettatori e ha registrato lo share più alto tra i programmi di prima serata, pari al 19%.

La trasmissione ha sollevato consensi e critiche. “Ieri Rai3 – ha detto Nino Rizzo Nervo, consigliere d’amministrazione Rai – ci ha regalato ancora una volta un momento alto di servizio pubblico. Portare in prima serata temi scomodi come il silenzio, giustamente definito colpevole da Roberto Saviano, su intere zone del paese prigioniere dello strapotere di mafia e camorra è stata un’operazione verità di straordinario valore che deve indurre tutti a riflettere”.

Tra le critiche, invece, la più originale è arrivata da Pino De Martino, direttore editoriale dei quotidiani Corriere di Caserta e Cronache di Napoli. “C’è da restare inorriditi – ha detto – per la ricostruzione strumentale e faziosa dei fatti. Saviano ha mostrato più volte i titoli dei due giornali che avrebbero dato ampio spazio alle vicende del clan dei casalesi e ai suoi esponenti. Non si capisce perchè nel corso della trasmissione, tanto per citare uno dei tanti esempi di faziosità – ha spiegato De Martino – non si è detto che in una lettera di Francesco Schiavone, alias Sandokan, pubblicata da un giornale locale, il boss abbia invitato a non comprare il Corriere di Caserta, esortando anche a disdettare gli abbonamenti”. “Un passaggio chiaro – ha concluso De Martino – che è stato deliberatamente omesso per non far crollare il castello di sabbia costruito a sostegno del monologo”.

Quinews

Quinews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *