Madagascar, ora si urla: “Via Rajoelina”

Torna la piazza. Non c’è pace per il Madagascar. Migliaia di malgasci sono scesi per le strade di Antananarivo per protestare contro il ‘golpe’ che ha condotto al potere Andry Rajoelina.

“Riteniamo che l’ascesa al potere di Andry Rajoelina sia illegale. Anche la comunità internazionale pensa la stessa cosa”, ha spiegato nel corso della protesta Andrianatoandro Raharinaivo, portavoce del partito TIM dell’ex presidente, riferendosi al fatto che Usa e Francia hanno definito ciò che è avvenuto in Madagascar un colpo di Stato.

Sabato scorso, di fronte a 40 mila sostenitori radunati nello stadio della capitale malgascia, Rajoelina aveva proclamato la “fine della dittatura” promettendo, durante il suo primo discorso ufficiale da presidente, una buona governance.

Quinews

Quinews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *