Insonnia, è la Giornata del Dormiresano

“Se non chiudi occhio la notte, li chiudi di giorno”. Oggi si celebra la 9^ Giornata Nazionale del Dormiresano, promossa dall’Associazione Italiana di Medicina del Sonno (AIMS) per portare l’attenzione sui quei circa 12 milioni di italiani che soffrono di disturbi del sonno.

“Il sonno può essere disturbato da vari fattori”, spiega Mario G. Terzano, Responsabile del centro di Medicina del Sonno Clinica Neurologica dell’Università di Parma. “L’insonnia – continua Terzano – produce un sonno di durata ridotta ma anche di qualità ridotta, cosa che genera numerose ripercussioni durante l’intero arco della giornata: sonnolenza, mancanza di concentrazione, cambiamenti d’umore, irritabilità. Tutto ciò può essere particolramente dannoso quando si svolgono lavori pericolosi o altamente specializzati e soprattutto quando si è alla guida”.

Quinews

Quinews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *