Strage della follia in Alabama

UN UOMO HA UCCISO 10 PERSONE – Ancora violenza, ancora sangue, ancora una strage della ‘follia’ negli Stati Uniti: nel sud dell’Alabama, un uomo ha ucciso 10 persone, in un ‘raid’ attraverso due paesini, Samson e Geneva, lungo il confine con la Florida e poi si è suicidato. Prima vittima la madre, alla quale ha bruciato la casa, poi i nonni e due zii.

Tra gli assassinati a colpi di pistola dall’omicida, un trentenne di razza bianca, anche la moglie e il figlio di pochi mesi di un vice sceriffo. Attraversando poi con l’auto la statale che collega i due piccoli centri, il folle killer ha continuato a sparare lungo il percorso, uccidendo altre due persone in un distributore di benzina e davanti a un negozio.

La strage si è conclusa in una fabbrica alle porte di Geneva, dove l’uomo ha comunque ferito il capo della polizia locale. Poi e’ entrato nello stabilimento e si è riservato l’ultimo colpo. ‘Le forze di polizia lo hanno trovato morto’ ha detto un poliziotto.

Da quanto si apprende il killer si chiamava Michael McLendon e aveva 27 anni. Lo ha riferito la Cnn. L’omicida, dopo aver ingaggiato una sparatoria con la polizia in cui e’ rimasto ferito un agente, si e’ tolto la vita nel parcheggio del magazziono Reliable Products.

Quinews

Quinews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *