Risarcita bambina diventata sorda per errore medico

Con un acconto pari a 150mila euro l’ospedale pediatrico Gaslini di Genova ha risarcito la famiglia di una ragazzina, oggi 15enne, che, in cura per un tumore, fu resa sorda dalla somministrazione errata di un farmaco molto tossico.

L’accordo è stato raggiunto e l’avvocato che rappresenta la famiglia ha ritirato la querela nei confronti dei due medici responsabili dell’eccessiva somministrazione di Cisplatino. Il fatto risale all’estate del 2004 quando la bambina accuso’ un forte dolore ad un ginocchio. Nel giro di qualche giorno le fu diagnosticato un osteosarcoma. Fu immediatamente sottoposta a terapia. La cura ebbe successo, ma la dose doppia di farmaco la rese sorda e da allora deve usare impianti protesici.

Quinews

Quinews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *