Hamas: “Venerdì giorno della rabbia”, mobilitata la polizia israeliana

Mobilitati migliaia di uomini della polizia per mantenere la calma a Gerusalemme venerdì dichiarato “giorno della rabbia” dal movimento islamista di Hamas che ha invitato i palestinesi a manifestare contro l’offensiva israeliana nella Striscia di Gaza.
La dichiarazione di Hamas pubblicata sul sito chiede la partecipazione alle marce di protesta venerdì dopo le preghiere nella spianata delle Moschee a Gerusalemme ed in tutte le moschee della Cisgiordania.
Le misure di sicurezza israeliane permettono l’accesso per le preghiere nel terzo luogo santo per l’Islam solo ai palestinesi con una carta d’identità e di età superiore ai 50 anni ed alle donne.
Notizie non confermate né negate parlano di arresti operati dall’esercito israeliano di nove palestinesi nella zona di Hebron, compreso il sindaco di Samoa ed un ex ministro del governo locale entrambi membri di Hamas.

Vittoria Pirro

Vittoria Pirro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *