Iran: studenti islamisti pronti al martirio per Gaza

TEHERAN – Studenti islamici hanno manifestato pronti al martirio per Gaza, urlando il loro desiderio di raggiungere il territorio palestinese per la lotta contro Israele.
Gli studenti si sono riuniti all’interno dell’ex ambasciata americana a Teheran gridando: “Morte a Israele” e “morte in America”, su uno striscione si poteva leggere: “Israele deve essere sradicato attraverso gli sforzi dei paesi musulmani”. (AFP)
La manifestazione è stata organizzata dalla”brigata di volontari per il martirio” in risposta alla dichiarazione da parte del supremo leader iraniano, l’ayatollah Ali Khamenei, che domenica ha chiamato i paesi musulmani ad agire per punire Israele.
Bruciate immagini di Ehud Olmert, il Primo ministro israeliano e del Presidente egiziano, Mubarak, accusato di complicità con Israele, lo ha detto anche l’agenzia Fars.
Altri studenti hanno organizzare un sit-in al di fuori l’aeroporto di Teheran, chiedendo al governo di facilitare la loro partenza per la lotta contro Israele.
La polizia antisommossa ha, di fatto, impedito che i manifestanti raggiungessero le ambasciate, i militanti islamici hanno poi bruciato bandiere israeliane e americane candendo slogan contro il presidente egiziano Hosni Mubarak e il re Abdullah II di Giordania e chiedendo la chiusura della sede dell”ambasciata di Giordania e la sezione egiziana a Teheran.
Iran, che non riconosce l’esistenza di Israele, è un fedele alleato del movimento islamista palestinese Hamas e fornisce un sostegno finanziario significativo. (fonte agenzie)

Quinews

Quinews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *