Astronomia, scoperta molecola zuccehero tra stelle in formazione

Uno zucchero semplice, il glicolaldeide, un precursore della vita, è stato individuato per la prima volta in una zona relativamente ospitale della nostra galassia, una vasta regione di stelle in formazione denominata G31.41+031, a 26mila anni luce di distanza. La molecola di glicolaldeide, composta di carbonio, ossigeno e idrogeno, può combinarsi con altre molecole per formare zuccheri complessi quali il ribosio, componente fondamentale del RNA. Il glicolaldeide era stato scoperto per la prima volta nel 2000 verso il centro della galassia, ma le condizioni estreme di questa zona non hanno permesso di stabilire se questa molecola potesse formarsi in altre parti della Via Lattea.

Maria Teresa Beltran, dell’universita’ di Barcellona, e la sua equipe hanno puntato l’interferometro di Plateau de Bure, a Grenoble (un telescopio in grado di osservare nel dettaglio le stelle di recente formazione), su questa regione della galassia, individuando emissioni radio che indicano la presenza di glicolaldeide. “L’importanza di questa scoperta risiede nel fatto che il glicolaldeide si trova in una regione di stelle in formazione nella quale si presume che si sviluppino dei pianeti: e quei pianeti potrebbero essere la culla della vita”, ha commentato Claudio Codella, dell’Istituto di radioastronomia di Firenze, coautore dello studio (pubblicato su “Astrophysical Journal Letters”) insieme a Roberto Neri, dell’istituto di radioastronomia di Plateau de Bure, secondo il quale “la ricerca di molecole prebiotiche in una regione di stelle in formazione e’ ancora allo stadio preliminare, ma ora ci si e’ aperta una strada”. “Sono convinto che nel prossim futuro scopriremo altre di queste molecole”.

Quinews

Quinews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *