Bullismo problema universale

Questa settimana negli Stati Uniti si sono verificati diversi casi di bullismo nelle scuole e gli esperti hanno catturato l’attenzione ponendo l’accento sulla durata dei traumi che possono essere causati dal bullismo nelle loro vittime.
La preoccupazione dei genitori viene supportata da diversi consigli su come investigare per capire se i propri figli possano essere delle vittime del bullismo e sempre più scuole attuano politiche e programmi per combattere il bullismo.
Per capire se un bambino è vittima di bullismo bisogna aumentare l’attenzione e valutare quelli che possono essere segni premonitori come: brusche variazioni di peso corporeo, depressione e mancanza di entusiasmo con trascuratezza per l’igiene personale, false motivazioni per non andare a scuola, improvviso cambiamento del rendimento sia in diminuzione che in aumento ( a volte i bambini vittime di bullismo si immergono nello studio aumentando il rendimento, i genitori sono di solito così felici da non riconoscere il vero problema ); inspiegabili scatti d’ira, ricerca della solitudine con poco contatto sociale, ed attenzione i bambini vittime di bullismo possono soffrire di un sistema immunitario indebolito e quindi sono più esposti alle malattie.
Questi consigli degli esperti presentano una tipologia che alla radice ha in comune un qualsiasi cambiamento del bambino ed è un invito esplicito ai genitori di prestare più attenzione ai propri figli.

Vittoria Pirro

Vittoria Pirro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *