Nudo scanner sospeso dalla Commissione europea

Il controverso nudo scanner per ora non verrà utilizzato dagli aeroporti europei. La tempesta di indignazione dello “striptease virtuale” ed il sentimento di “degradazione dell’essere umano”, oltre il previsto per lo scanner dell’organismo, negli aeroporti, ha costretto all’accantonamento provvisorio della proposta. Il commissario Fabio Pirotta portavoce della Commissione europea ha detto che presenterà la sua proposta di armonizzazione delle norme in materia di uso dei dispositivi, affermando che lo scanner và inquadrato in una più ampia riprogettazione delle norme di sicurezza per gli aeroporti dell’Unione, tra cui l’abolizione dal 2010 del divieto sui liquidi a bordo.
Le riserve di molti euro-parlamentari, ma anche di politici nazionali e rappresentanti di polizia erano rivolte allo scanner in quanto è quasi un nudo delle persone e quindi uno strumento che penetra profondamente nella vita privata dei passeggeri.
Determinante per la sospensione sono state le preoccupazioni di ordine etico. Nonostante tutti i dubbi, il progetto è solamente sospeso e non abbandonato del tutto.

Quinews

Quinews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *