“Il primo fannullone è Renato Brunetta”

Lo dice in una nota il deputato dell’Italia dei Valori Franco Barbato.”Sui fannulloni, che ora non ci sarebbero più, Brunetta continua ad usare spot trionfalistici assolutamente fuori luogo. A fornire un pessimo esempio – continua – c’é proprio lui, uno che somma due stipendi, quello da parlamentare e quello da ministro, ma il deputato non lo fa perché in Aula non ci viene mai”.

“Quella di Brunetta é solo una moralizzazione finta, vuota, uno spot mediatico. Ogni anno un deputato costa allo Stato oltre 250.000 euro: nel caso del ministro della Funzione pubblica, e di tanti altri che sommano l’incarico governativo a quello parlamentare, a tale importo non corrisponde una vera prestazione lavorativa. Le dimissioni da uno dei due incarichi, peraltro ben retribuiti, rappresenterebbero quindi un gesto prima di tutto etico. Ma, purtroppo – ha concluso Barbato – questo governo di etico ormai ha davvero ben poco”.

Quinews

Quinews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *