Pronta una legge davvero Speciale… per gli amici del generale

Pronta in quattro articoli una legge davvero Speciale, dal nome dell’ex comandante della Guardia di finanza, ora parlamentare del Popolo delle Libertà: aumentare di due milioni di euro all’anno, da qui al 2010, i costi per le indennità dei generali in pensione. Primo firmatario, appunto, Roberto Speciale. Ve lo ricordate? Il generale costretto alle dimissioni dopo un violento scontro con tanto di strascichi giudiziari con l’allora viceministro all’Economia con delega alle Finanze Vincenzo Visco (nella foto a sinistra, ndr).

“Se approvata – fa sapere oggi il quotidiano ‘La Stampa’, in un articolo dal titolo ‘Pensione Speciale agli amici del generale” – la legge aumenterà del 50% l’indennità pensionabile ai generali di corpo d’armata delle tre Forze armate, dell’Arma dei Carabinieri e della Guardia di finanza. E l’indennità sarebbe elevata al 75% per i generali di corpo d’armata e gradi corrispondenti”.

“Fatti due calcoli – precisa ‘La Stampa’ – potrebbero venire beneficiati almeno una settantina di generali di corpo d’armata. Più precisamente sessanta tra i generali delle quattro forze armate e ben nove della Guardia di Finanza, arma tanto cara all’ex comandante”.

Cifre alla mano, la proposta di legge dell’ex generale Speciale, impegnerebbe una quantità di denaro enorme, del tutto inopportuna, in un momento di grave crisi economica come quello che sta attraversando anche l’Italia, con i cittadini costretti a fare i salti mortali pur di far quadrare i conti e che non ce la fanno nemmeno ad arrivare alla terza settimana del mese.

Edgardo Fulgente

Edgardo Fulgente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *