“Abbiamo una cura per l’Aids ma non i soldi per svilupparla”

“Abbiamo una cura per l’Aids ma non i soldi per svilupparla”. E’ l’allarme lanciato da Maurizio Botta, a nome dei ricercatori italiani che hanno scoperto una potenziale cura per l’Aids, dalle pagine de ‘l’Unità’. La scoperta dei ricercatori dell’Università di Siena e di quelli dell’Istituto di Genetica Molecolare del Consiglio nazionale delle Ricerche di Pavia, “soldi permettendo” potrebbe portare “entro un anno alla messa a punto di un vero e proprio farmaco da avviare alla fase sperimentale”.

Quinews

Quinews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *