E’ recessione

Dopo la comunicazione della Germania anche l’Italia -0,5% nel terzo trimestre, dopo il -0,4% del secondo trimestre, è in recessione con una stima di -03% sulla crescita annuale.
L’Istat comunica il secondo trimestre consecutivo in negativo per l’Italia. E’ recessione tecnica.
Bisogna comunicarlo anche al Governo, date le misure economiche adottate in finanziaria. Siamo nella situazione peggiore dal 1992-93.
Di ieri la situazione della Germania, la più grande economia d’Europa che entra ufficialmente in recessione. Secondo i dati economici il calo delle esportazioni e la contrazione del PIL dello 0,5 % nel terzo trimestre, pubblicati dall’Ufficio federale di statistica tedesco, dopo la flessione dello 0,4 % nel secondo trimestre, corrispondono alla definizione ufficiale di una recessione tecnica, ossia due riduzioni consecutive del PIL.
La flessione è stata maggiore da quella prevista dagli analisti, che avevano stimato la contrazione nello 0,1%. Per la Germania è la prima volta negli ultimi cinque anni ed è la seconda economia europea ad entrare in recessione dopo l’Irlanda.La Germania è il primo grande esportatore mondiale ad essere colpito più del previsto e sottolinea la diffusione della crisi finanziaria nell’economia. La settimana scorsa il Fmi ha previsto per la prima volta dalla seconda guerra mondiale contemporaneamente per l’anno prossimo la recessione in Giappone, Stati Uniti ed Europa.

Quinews

Quinews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *