Cassazione, firme insufficienti per i referendum di Grillo

Non sono sufficienti le firme depositate da Beppe Grillo in Cassazione per i tre referendum in materia di informazione. Secondo quanto si apprende, infatti, il numero delle firme sarebbe ben inferiore alle 500mila previste per legge per la presentazione di quesiti referendari. Per discutere sulla questione si e’ riunito oggi a palazzaccio l’ufficio nazionale centrale per i referendum, che ha deciso di convocare il comitato promotore per il 25 novembre, allo scopo di comunicare quanto emerso dal vaglio eseguito. I tre referendum riguardavano l’abolizione dell’ordine dei giornalisti, i finanziamenti pubblici all’editoria e la legge Gasparri sulle frequenze tv. Le firme erano state raccolte a partire dal 25 aprile scorso, in occasione del secondo ‘vaffaday’ promosso da Grillo, e depositate in Cassazione in luglio.

Quinews

Quinews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *