Camorra, ‘raccomandazioni’ per diventare pusher del clan Gionta

Delle vere e proprie ‘raccomandazioni’ per diventare pusher o piccolo venditore al dettaglio di droga sono state avanzate da diversi giovani di Torre Annunziata ai vertici del clan Gionta. E’ emerso anche questo nel corso dell’indagine della Dda di Napoli e della polizia partenopea che questa mattina ha portato ad 88 ordinanze di custodia cautelare nei confronti di boss e affiliati al gruppo camorristico.

“Molti giovani torresi aspirano a essere pusher dei Gionta – ha detto in conferenza stampa a Napoli il procuratore aggiunto della Repubblica e coordinatore della Dda di Napoli, Franco Roberti – vedendo questa possibilità come una alternativa alla mancanza di lavoro”.

“Le stesse conversazioni ambientali – ha aggiunto il procuratore capo Giandomenico Lepore – intercettate dimostrano in termini inconfutabili come i gestori di queste piazze (di spaccio, ndr) siano costantemente sollecitati ad assunzioni di persone in funzione di vedette e pusher”.

Quinews

Quinews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *