Il prezzo della benzina.

33fc1112569922309fc4bfa0726b55da.jpgIl prezzo della benzina è alle stelle? L’unico mezzo di locomozione che ci rimane è quello rappresentato nella foto? Vogliamo dare un’occhiata alle accise sui prodotti energetici?

L’elenco completo da Wikipedia comprende le seguenti accise:

  • 1,90 lire per il finanziamento della guerra di Etiopia del 1935;
  • 14 lire per il finanziamento della crisi di Suez del 1956;
  • 10 lire per il finanziamento del disastro del Vajont del 1963;
  • 10 lire per il finanziamento dell’alluvione di Firenze del 1966;
  • 10 lire per il finanziamento del terremoto del Belice del 1968;
  • 99 lire per il finanziamento del terremoto del Friuli del 1976;
  • 75 lire per il finanziamento del terremoto dell’Irpinia del 1980;
  • 205 lire per il finanziamento della guerra del Libano del 1983;
  • 22 lire per il finanziamento della missione in Bosnia del 1996;
  • 39 lire per il rinnovo del contratto degli autoferrotranvieri del 2004.

La somma di tali accise evidenzia, pertanto, una tassazione di 485,90 lire (ossia 25 centesimi di euro) per ogni litro di carburante acquistato. Non dimentichiamo che l’accisa concorre a formare il valore dei prodotti, quindi paghiamo l’IVA sulla stessa accisa. Non sarebbe ora di eliminare le accise del secolo scorso e magari non pagare l’IVA sull’accisa. Credo che circa 27 centesimi di €uro per ogni litro di carburante acquistato sarebbe un “giusto” sconto, del resto con il continuo aumento del prezzo, l’IVA assicura un aumento d’introiti.

Quinews

Quinews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *